Una mamma con il mascara

Pronto?”

“Signora Berdin? Tutto bene? È ancora viva? No perché non l’abbiamo più vista in negozio, sa ci stavamo preoccupando”!

Ok, non è andata proprio così, ma sono sicura che sia quello che hanno pensato le commesse di Sephora dopo più di 5 mesi di latitanza. Forzata, aggiungo!
Perché questo, più o meno, è stato il tempo che la mia testa di neo-mamma ha impiegato per ricordarsi che tra tutta quella baraonda di pianti, vomito, poppe al vento e occhiaie c’era ancora lei: La Donna.

C’ero IO, DENISE.

E adesso che si fa? Non posso mica pensare al make-up proprio ora che devo iniziare lo svezzamento…

Non adesso che ha la febbre…

Non adesso che sta mettendo i denti…

Non adesso che ha fatto il vaccino…

E poi dai, non posso mica spendere soldi per me. (O forse si?)
Si, cara mamma. Perché nessun momento sarà più quello giusto ma qualsiasi momento È quello giusto. E poi dai, te lo sei meritata!

1537453881338_image1

Il segreto è trovare il giusto equilibrio tra la versione vecchia di te, che vuole riemerge, e quella nuova.
Chiariamoci subito, la mia beauty routine non è più quella di un tempo!
Se prima per essere pronta avevo bisogno di almeno un’ora, adesso pure 10 minuti mi sembrano un lusso.

E se 10 sono i minuti, 10 saranno i prodotti.

Minuto 1: il tablet;
fondamentale se mi voglio allontanare da mio figlio per i restanti 9 minuti.

Minuto 2: crema idratante;
fondamentale anche lei se si vuole che la pelle resti idratata per tutta la durata del trucco. Infatti, anche se non sembra, è da lei che dipende tutto. In commercio ce ne sono milioni di milioni per tutti i tipi di pelle. Io, che tendo a lucidarmi in fretta (soprattutto con questo caldo), ho optato per una crema leggera in gel che oltre ad idratare, aiuta a chiudere i pori dilatati, dando subito quell’effetto “pelle perfetta” col minimo sforzo.

Minuto 3: bb Cream (o cc Cream);
perché la bb cream e non il fondotinta? Semplice, perché abbiamo pochi minuti prima che finisca “Curioso come George” e questo prodotto ci garantisce un ottimo risultato anche se applicato a caso. La bbcream, infatti, ha una copertura medio-bassa e la si applica tranquillamente con le dita senza dover usare pennelli o spugnette.

Minuto 4: cipria opacizzante;
Perché se si è di corsa tutto il giorno, e non si ha la possibilità di sistemare il trucco ogni 10 minuti, è utile fissare bene il fondotinta con qualcosa in polvere (regola che vale per qualsiasi prodotto liquido che si applica) per fissare il tutto ed evitare che alla prima goccia di sudore la pelle diventi lucida. Del resto, a nessuna piace sembrare unta come una confezione di patatine fritte, no?

Minuto 5: blush o fard (come lo chiamava mia mamma)
Applicato con delicatezza sulle guance dona all’incarnato un colorito ad effetto “in piena salute”. Attenzione a non esagerare, l’effetto “Heidi” potrebbe essere dietro l’angolo!

Minuto 6: gel sopracciglia
Sottovalutato, forse, ma se “i capelli sono la cornice del viso”, secondo me le sopracciglia sono la cornice degli occhi. E ve lo di ce una che ne è praticamente sprovvista (non per natura eh, in adolescenza ho sofferto della sindrome da “pinzetta pazza” e non sono più ricresciute!), quindi sono praticamente obbligata a disegnarle io, altrimenti la fronte sembrerebbe eterna.
Minuto 7: piegaciglia
Perché se da un lato non ho più sopracciglia dall’altro ho troppe ciglia. E sono lunghissime, durissime e voluminose (quanto mi odi in questo momento eh?) quindi per dargli una forma decente ho per forza bisogno di piegarle prima del mascara. Molte hanno paura di questo attrezzo ma in realtà, con un po’ di pratica, regala allo sguardo quella marcia in più che non guasta mai! Provare per credere.

Minuto 8: mascara
Una mia ex collega mi diceva sempre “senza mascara mi sembra di avere gli occhi da sonno”, ecco, credo renda perfettamente l’idea. Il mascara serve ad aprire lo sguardo e rendere l’occhio più grande. Poi diciamolo, alle mamme serve anche a far distogliere lo sguardo dalle occhiaie che ci sono più in basso.

Minuto 9: matita occhi
Nera per definire e rendere lo sguardo super sexy oppure colorata se si vuole dare l’idea di essersi impegnate tantissimo per truccarsi quando invece ci avete messo spiccioli. Come si dice…Massima resa col minimo impegno.

Minuto 10: rossetto
Sicuramente la ciliegina sulla torta. Di solito parto dalla mattina con una tinta neutra per arrivare alla sera che, in caso di uscita (miracolo), indosso un colore più audace e forte, come ad esempio un bordeaux o un viola scuro, a seconda del trend del momento. Anche se, moda a parte, non c’è nulla di più femminile del rossetto rosso. Punto.
Ecco, finito! Tuo figlio non si è neppure accorto della tua assenza (santo tablet, subito!) e tu ti senti un pochino meglio. Perché il trucco non ti risolverà i problemi della vita ma se non altro te la fa affrontare a testa alta.
Beh, a viso alto più che altro, perché per i capelli… no, non c’era proprio tempo!

#insensocontrariodimarcia