Estate, pronti, partenza, via con Linea MammaBaby

Estate, pronti, partenza, via con Linea MammaBaby

Eccomi tornata!

Questo mese vi voglio parlare di una linea di prodotti per la cura del corpo dei bambini che ho provato; si tratta di Linea MammaBaby, una gamma di prodotti realizzati interamente in Italia, con lo scopo di garantire altissima qualità per la pelle dei nostri bambini.

Sono prodotti dermatologicamente testati, no peg, testati su nichel cromo e cobalto, privi di coloranti, parabeni, laurilsolfato di sodio (sodium laureth sulfate), sodio laurietere solfato (sodium lauryl sulfate), garantiti presso il Centro di Cosmetologia dell’Università di Ferrara.

IMG_9122

Ho acquistato la Crema al Pantenolo Baby, il Sapone Baby, le Salviettine Baby, la Protezione Solare +50 e il Dopo Sole Baby. Un beauty nuovo di zecca!

 

Devo dire che nel complesso mi sono trovata davvero bene con tutti i prodotti! La crema era della giusta consistenza, facile da spalmare anche in velocità e nelle posizioni più assurde visto che la mia più piccola diventa un serpente quando è l’ora di cambiarla.

Il sapone l’ho usato per lavare manine e visetto durante la giornata, non fa troppa schiuma, ha un profumo delicato e soprattutto si sciacqua bene e velocemente, così anche se Sofia si lava le mani da sola e frettolosamente, non rischio che rimanga con le manine insaponate.

Le salviettine sono un must have e le ho tenute in borsa sempre per mani e viso pronte per essere utilizzate quando eravamo fuori casa. Al tatto sono morbidissime e non lasciano la pelle unta, anzi fresca e profumata. Sono facili da estrarre dalla confezione, ma l’unica pecca è la chiusura adesiva che si è staccata e, oltre a bagnarmi l’interno della borsa, ho dovuto finirle velocemente per non farle seccare.

Con i solari mi sono trovata molto bene, la protezione a spray è comodissima e sono riuscita a mettergliela anche rincorrendole per la spiaggia 😉 inoltre non appiccica troppo e si asciuga in fretta. Ho la fortuna che le mie bambine hanno una pelle non delicata e di suo già un pò scura, ma ho comunque usato la +50 e non ho mai avuto problemi di scottature e nemmeno arrossamenti. Anche qui le profumazioni sono fantastiche, unico punto dolente è la quantità, in un mese e mezzo tra parco giochi, piscina e mare l’ho già finita.

Ovviamente non posso finire senza parlare del packaging, disegni semplici e colorati con lo scopo di aiutare il bambino a riconoscerli! Ogni disegno e quindi ogni prodotto, ha il suo nome. Noi avevamo Margherita Sapone, Albertino Gelato la protezione, Giovannino Ghiacciolo il dopo sole, Mariuccina la Crema e Momina Luna le salviettine.. Che dire, troppo simpatica come idea!

Sicuramente acquisterò altri prodotti perché oltre ad essere sicura della qualità degli ingredienti hanno anche un buon prezzo.

E voi, li avete provati? Fatemi sapere se avete altri prodotti da consigliarmi!

Un bacio,

a presto!

 

Seguitemi su instagram @valentina4cuori e su facebook @Valentina Jennifer Peruzzo 

I papà vengono da Marte, le mamme da Venere

Mezzanotte passata.
Ormai non ricordo più com’è svegliarsi la mattina e andare a dormire la sera dello stesso giorno. I gemelli hanno una forte resistenza al sonno, e quando Morfeo se li prende fra le braccia … io conto le pecore. O i giri della lavatrice, dipende.
Daniele lo perdo generalmente verso metà serata; talvolta lo recupero nel divano, mi assicuro che raggiunga il letto e poi penso un po’ a me.

Da poco ho ripreso con la lettura; l’ultimo libro appena concluso è scritto a quattro mani da Alberto Pellai e Barbara Tamborini “I papà vengono da Marte, le mamme da Venere”.

Schermata 2017-06-04 alle 20.37.54
Il libro racconta la visione delle diverse tappe dell’essere genitori, dal test di gravidanza ai 3 anni del pargolo. In effetti, avrei dovuto leggerlo prima poiché per la maggior parte dei capitoli ho pensato “Ah, storia vecchia questa”. Lo dico sempre, il tempo vola quando si è intenti a crescere una o più creature, però ripensare a certi periodi (svezzamento, nanna nel lettone, primi capricci ecc) mi ha fatto sorridere e mi sono riconosciuta molto nella figura materna descritta.

Lo consiglio alle neo mamme (sempre che riusciate a trovare il tempo di leggere), perché vi darà la leggerezza di cui avrete bisogno quando vi sembrerà impossibile entrare nella testa del padre di vostro figlio. Io, ad esempio, l’ho acquistato dopo l’ennesima discussione sui capricci, per dire! Vale la pena leggerlo anche solo per fare tesoro del “decalogo per la convivenza pacifica”, che andrebbe stampato e appiccicato sul frigorifero, anche se siamo a ridosso della prova costume e sul frigorifero sarebbe meglio mettere un bel divieto!

Vi lascio con questa frase che un pochino mi ha fatto luccicare gli occhi: “Le mamme regalano radici, i papà un paio di ali”.
Io aggiungo che essere genitori è un magnifico lavoro di squadra, ci si scontra e ci si incontra, ci si arrabbia e si ride assieme, ci si commuove con le prime vittorie.
A chi deciderà di leggerlo, fatemi poi sapere se vi è piaciuto e consigliatemi le vostre letture preferite che ho due anni e mezzo di arretrati 😉

 

 

“Aprile non ti scoprire” non ti temo!

Questo mese abbiamo affrontato delle folli escursioni termiche. Sembrava fosse arrivata l’estate, ci siamo goduti i 26-27 gradi e sono corsa a tirare fuori i vestiti estivi.

Poi, all’improvviso, è autunno. Pioggia, freddo e umidità. E adesso chi asciuga più i vestiti???
Per non parlare dei vari virus intestinali che giravano… per chi come me è mamma sicuramente almeno un figlio è stato attaccato. Quindi via di coperte, lenzuola e vestitini da lavare. Ecco questo è il mio Aprile… ma questa volta avevo un’alleata!

Qualche mese fa ho acquistato l’asciugatrice della Vast & Fast, un’ azienda vicentina leader in Europa nelle asciugatrici a gas. La ditta lavora per vendita diretta e quindi offre un servizio completo dalla presentazione alla prova gratuita del macchinario e all’assistenza nel post vendita. Si percepisce dai collaboratori la voglia di soddisfare davvero le esigenze del cliente, mettendosi a disposizione per qualsiasi cosa. Ovviamente… possono fare questo perché il prodotto merita!

Ci sono vari modelli in commercio, io ho scleto l’asciugatrice da 10 kg perché avendo spazio ed essendo in 4 ho preferito stare larga. È semplicissima da usare ci sono perfino 2 monopole ed il programma automatico che calcola il peso e il grado di umidità dei capi per avere il miglior risultato.
Si possono scegliere 4 tipi di programmi: normale, medio, delicato o freddo (quest’ultimo serve per arieggiare ad esempio le coperte nei cambi stagione).

 

vast and fast asciugatrice

 

Le due cose che però mi hanno fatto dire, SI LA PRENDO, sono:

La prima è che ho chiuso in lavanderia il ferro da stiro! Eee sì care donne, non stiro più, se non le camice giusto perché mi piacciono proprio perfette.
Quello che faccio è semplicemente piegare tutti i vestiti morbidi profumati e metterli nell’armadio, non uso neanche più l’ammorbidente. Assieme all’asciugatrice viene data una confezione da 250 panni antistatici e profumati da inserire ad ogni ciclo, la profumazione è gradevolissima e sa proprio di pulito. I capi non si rovinano, nemmeno quelli più delicati e tanto meno si restringono, anzi i colori sono più brillanti e i tessuti vengono valorizzati.

Ed ecco il punto per me incredibile… in 30 minuti ho asciugato una lavatrice da 7 kg!
Che dire, per le mamme o per le donne lavoratrici o ancora meglio per le mamme che lavorano è fondamentale il tempo. Se in un’ora che sei a casa riesci a smaltire ben 2 lavatrici, è tutta un’altra vita.
Il costo è più alto di una asciugatrice elettrica standard, ma considerando che i suoi cicli sono nettamente più brevi e si elimina completamente il tempo e il costo dell’energia del ferro da stiro, l’investimento dell’asciugatrice Vast & Fast, viene ammortizzato in breve.

Io la consiglio… soprattutto perchè ciò significa alleggerire il lavoro in casa ed avere più tempo da dedicare alla famiglia o a se stesse.

 


Mamme, spero di esservi stata d’aiuto. Come sempre potete passare a trovarmi su Valentina4cuori, aspetto i vostri commenti 😉

Salva

Salva

Salva

Se Linus avesse avuto Bamboom…

Che copertina avrebbe avuto! Altro che pezza. Una vera e propria copertina a 5 stelle! Ma andiamo con ordine, partendo a spiegare chi è Bamboom.

Bamboom è un’azienda che offre una linea di prodotti (come ad esempio copertine, body, bavaglini…per citarne solo alcuni) interamente realizzati in fibra naturale di bambù 100% biodegradabile e prodotta in Italia.

#insensocontrariodimarcia

Ecco, a me è stato regalato un set di copertine che subito mi avevano lasciata perplessa: “in bambù? Biodegradabile? Seeeeee… al primo tirone si strapperà in mille pezzi! E poi sai come pizzica! In bambù?”.
Beh, mi è bastato aprire la confezione e toccarle! Oddio che meraviglia. Morbide, morbide, morbide, e che altro dire MORBIDE!

Per Marco non esisteva coperta al di fuori di lei. Conquistati al primo tocco.

E no, biodegradabile non significa che al primo lavaggio sparisce in lavatrice. Anzi. Lavatrice e asciugatrice a tutto spiano. Mai perso morbidezza, mai perso la forma, mai sbrandellata.
Questo brand mi è piaciuto talmente tanto da aver preso, oltre che un altro set di copertine (che non si sa mai) il copri ovetto per la prima estate del diavoletto. Anche questo in fibra di bambù, ci ha permesso di passare il periodo estivo in tutta tranquillità e senza sudacchiate!

Insomma…potrei stare qui a dire di tutto e di più, ma credo che per questi prodotti il detto “provare per credere” sia proprio azzeccato perché non si può capirne la qualità e la coccolosità solo dalle parole!

Per cui se ti ho incuriosito butta un’occhietto sul sito di Bamboom e buon divertimento.
Intanto per Bamboom, attendendo con impazienza anche una collezione per noi bambini cresciuti (😀) e piazzo un bel….MARCO APPROVED 👍.

 

Scopri ed acquista gli articoli Bamboom sul nostro store online >>


Vieni a trovarmi sulla pagina facebook InSensoContrarioDiMarcia >>

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Buggyboard di Lascal, la nostra nuova compagna di passeggiate

Uno dei problemi che la mamma deve affrontare, quando arriva il secondogenito poco dopo il primo, è il trasporto.

Alla nascita di Nicole mi sono dovuta preparare anch’io ed organizzare la mente: il mio pensiero era rivolto ad un gemellare… ed infatti ne ho acquistato uno. Devo dire però che l’ho usato davvero poco. Non è pratico come pensavo e avevo molti problemi nel girare i negozi, essendo molto grande.

Anche andare a fare la spesa era un problema: caricato il gemellare in macchina… la spesa non ci stava più :)

Confezione Buggyboard mini lascal real babyMettere piede fuori dalla porta di casa con entrambe le bimbe cominciava ad essere veramente difficile.

Durante l’inverno sono passata al passeggino Urban della Chicco per la più piccola, mentre Sofia camminava con papà. Gli spostamenti quindi erano sempre, per forza di cose, in quattro.
Ora la stagione si è aperta e ho voglia e bisogno di uscire all’aria aperta. Le passeggiate saranno all’ordine del giorno, e mi serviva una soluzione pratica e veloce per uscire da sola con le mie bambine.

Forse obbligata dall’avanzare della primavera, mi sono concentrata sul problema. La risposta al mio dilemma è arrivata dopo poche ricerche: si chiama Buggy Board, ed è la pedana secondo bimbo della Lascal. Questa pedana per chi come me ha due figli vicini di età diversa è perfetta per molti motivi.

Il primo è sicuramente il montaggio, molto intuitivo e semplice. I connettori universali in base al palo si attaccano facilmente al telaio del passeggino. Buggyboard infatti è adattabile alla maggior parte dei passeggini in commercio, ma prima dell’acquisto ti consiglio di andare sul sito di Lascal e verificare la compatibilità.

Prima di mettermi all’opera ho scovato sul canale youtube dell’azienda tutte le indicazioni, quindi in soli cinque minuti avevo già le idee chiare e non sono impazzita di fronte al libretto d’istruzioni 👇

 

Il secondo motivo per cui vi consiglio questa pedana è la dimensione (30 x 16,5 cm la superficie) adatta ai bambini dai 2 ai 5 anni.

I passeggeri stanno comodi e la mamma non rischia di battere le caviglie sulla pedana, cosa non da poco (ve lo assicuro per esperienza!).

Durante le camminate, nei tratti un po’ più sterrati, non ho incontrato nessun problema. Il passeggino scorre senza difficoltà e l’unico momento in cui il bambino è costretto a scendere è sugli scalini. Se si sceglie invece di sganciare la pedana, Buggyboard ha un pratico laccetto per attaccarla al passeggino.

 

buggyboard mini lascal

 

Un altro lato positivo è il passaggio alla macchina. Dopo l’incubo del gemellare, ora mi basta staccare la pedana dai gancetti con un semplice pulsante, senza la necessità di doverla toglierla del tutto dal telaio. Ciò è un aiuto non da poco e mi permette di essere veloce nel caricare e scaricare dall’auto.

Devo anche ammettere che se avessi scoperto prima questa pedana, mi sarei risparmiata la spesa del gemellare 😭 e con meno di 100 euro avrei risolto il problema in modo più pratico ed economico.

 

IMG-20170407-WA0010

 

Insomma, per me la pedana è diventata indispensabile anche per le piccole commissioni. Con due bambini piccoli non è mai facile spostarsi da sole… prima anche il solo pensiero delle mille cose da fare per riuscire a muoversi insieme mi fermava, forse complice anche il freddo. Ora però sta arrivando la bella stagione ed abbiamo un grande aiuto… non ci sono più scuse!

Mamme, spero di esservi stata d’aiuto. Come sempre potete passare a trovarmi su Valentina4cuori, aspetto i vostri commenti!

Ci vediamo al prossimo articolo… io vado a passeggiare con le mie donne :)

 


Per tutte le caratteristiche tecniche e gli accessori, visitate la pagina dedicata a Buggyboard nel sito di Real Baby >>

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Trio Quad di Inglesina: cura dei dettagli e massima affidabilità

Il trio Quad nasce per soddisfare i genitori più esigenti, soprattutto quelli sportivi ed amanti dell’aria aperta. Con questo modello, Inglesina propone un fuoristrada nella propria gamma di prodotti, rivestendolo di qualità made in Italy e design esclusivo. Adatto ad ogni tipo di terreno, il trio Quad affronta con facilità sia le strade della città che i suoli più impervi. Dotato di grandi ruote ammortizzate e telaio leggero ma robusto, garantisce la massima facilità negli spostamenti della famiglia.

Ma ora scopriamo questo trio più da vicino: aspetto moderno e cura dei particolari rendono a Quad un particolare gusto estetico. Tutti i rivestimenti sono sfoderabili e lavabili a mano a 30°C.

Schermata 2017-04-03 alle 17.24.44La seduta del passeggino è reversibile (fronte strada o fronte mamma) e dotata di schienale reclinabile. Le grandi ruote con cuscinetti a sfera affrontano anche i terreni più accidentati, garantendo il comfort del piccolo viaggiatore. Il maniglione unito invece, assicura una presa più salda ed una più facile manovrabilità per il genitore. Cosa dire poi della pratica chiusura a libro brevettata Inglesina. Basta una sola mano per chiudere ed aprire il passeggino… che anche da chiuso resta in piedi da solo! La seduta del passeggino inoltre ha in dotazione un’ampia capottina estensibile, la barra di protezione apribile a cancelletto, il coprigambe imbottito per i mesi invernali ed il parapioggia.

 

slide_2013_QUAD_m

Come ogni trio, al telaio si può agganciare la navicella od il seggiolino auto.

La navicella Inglesina, molto ampia, è stata progettata seguendo i massimi standard di sicurezza, coccolando il bambino e garantendogli protezione. Grazie alle innovative prese d’aria, permette la corretta traspirazione, anche nelle giornate più afose. Omologata anche per il trasporto in auto, è dotata di un comodo maniglione unico per facilitare gli spostamenti rapidi. L’omologazione è data per i bambini fino ai 13 kg.

Il seggiolino auto Huggy, con tecnologia Side Head Protection, garantisce una maggiore sicurezza del bambino anche in caso di urti laterali. Dotato di cinture di sicurezza regolabili a 3 punti con spallacci di protezione e cuscino riduttore ergonomico in morbida spugna, regala comfort e protezione al piccolo.

Nel trio sono inclusi di serie anche il portabibite da agganciare al telaio, il pratico cestello portaoggetti e la borsa per il cambio, nonché un fasciatoio ripiegabile per il cambio pannolino.

Quad di Inglesina è un trio sicuro, affidabile e dalle grandi performance, studiato per affrontare le vie del centro come le strade di montagna. Ideale per facilitare mamma e papà negli spostamenti e garantire al bambino comfort e relax… come in business class!

 

Scopri le caratteristiche, il prezzo e le varianti colore del nuovo Trio Quad Inglesina con omaggi >>

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Quel mostro di passeggino

Ebbene, che il mio pupo fosse un po’ autoritario si era capito, e già dai primi giorni si è dimostrato sufficientemente allergico ad ogni mezzo di trasporto che non fossi io. WoWooow!
E quindi… che fare? La soluzione c’è e si chiama “Fascia porta bebé”. Io, credo che sarei morta senza.
Di supporti ce ne sono tanti, e spesso scegliere non è così facile come si crede.
Vedo di fare un po’ di chiarezza in base al percorso che ho fatto io. Chiaramente da prendere come un consiglio e non come veritá assoluta.

Da 0 a 6 mesi: Fascia elastica o rigida

Questo supporto può sembrare ostico all’inizio, ma poi con un po’ di pratica si va come un treno.
La fascia elastica è un telo di cotone elastico della lunghezza di 5 metri circa, con la quale però è possibile fare solo un tipo di legatura (chiamata triplo sostegno) quindi un po’ limitata e quando il bambino va su troppo di peso bisogna cambiarla, altrimenti… Ciao ciao schiena!
Con la fascia rigida si può giocare con più legature, e sorregge anche pesi più elevati. Attenzione alla taglia però. A differenza della fascia elastica, infatti, ci sono più misure in base alla stazza della portatrice e del tipo di legatura che si vuol fare. Nel mio caso per Marco ho scelto un’ elastica, proprio per un fattore di comodità,  e devo dire che mi sono trovata molto bene, e Marco pure.

 

Da 6 a 12 mesi: Fascia rigida (una costante), Mei Tai, Marsupio ergonomico

Sulla prima, nulla da dichiarare :)
Il Mei Tai invece è un supporto simile alla fascia rigida, solo che è strutturato, ovvero è composto da un pannello che va passato dietro la schiena del bambino e due lembi di tessuto uno da porre in vita, e l’altro da incrociare dietro la schiena per formare la legatura. COMODISSIMO! Soprattutto per gli spostamenti brevi dalla macchina.

Il marsupio ergonomico è simile al mei tai, con la differenza che è un pochino più rigido (immagina proprio la consistenza di uno zainetto), e che una volta regolate tutte le misure non lo tocchi più. Da questa età, inoltre, si possono provare anche la posizione laterale sul fianco, oppure sulla schiena. Ricorda MAI fronte mondo!! Non è una posizione ergonomica e a mio avviso neppure comoda!
Dai 12 mesi l’ avventura continua con il Marsupio ergonomico Toddler e Preschooler, supporti ergonomici studiati appositamente per i più grandi, con seduta e spallacci più comodi.

 

Schermata 2017-03-20 alle 10.22.34

Insomma, il mondo del babywearing è vasto e tutto da provare ed io ho solo abbozzato un po’ di teoria, ma per trovare la propria strada consiglio di rivolgersi ad una consulente di zona.
Io devo dire che mi sono divertita a coccolare il marmocchio (soprattutto con la febbre o dopo un vaccino), anche se non volevo essere una “mamma ad alto contatto”, alla fine per esigenza ho ceduto.

Sempre con un tocco fashion però. Siamo pur sempre donne…no canguri!

Perché ho smesso?

Ovvio.. Marco, sul più bello, ha voluto il passeggino! 😉

 

 

 


Vieni a trovarmi sulla pagina facebook InSensoContrarioDiMarcia >>

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Babywearing sicuro con le fasce Mhug

Se dovessimo tradurre letteralmente il termine babywearing ne uscirebbe “indossare il bambino”. Avete ragione, in italiano forse suona un po’ male e l’inglese è sicuramente di tendenza 😉
Sta di fatto che la traduzione, per quando singolare, ci spiega esattamente in cosa consiste questa pratica: portare il piccolo con sé, utilizzando dei supporti in aiuto come ad esempio la fascia portabebè. Il babywearing, sebbene sia tornato di moda negli ultimi anni, viene praticato da sempre, in tutto il mondo. Sin dai primi giorni di vita, il bambino potrà sentirsi stretto e coccolato dalla fascia, accompagnandolo dolcemente dall’ambiente intrauterino al mondo esterno, restando sempre a stretto contatto con la mamma.

Fascia Mhug portabebèAbbiamo da poco scoperto le fasce di Mhug e ci hanno letteralmente conquistate, soddisfando a pieno le nostre aspettative.
Grazie ad una continua collaborazione con medici e ostetriche, i prodotti dell’azienda garantiscono una corretta postura ed un efficace beneficio per la mamma e per il bambino. In molti portabebè tradizionali presenti sul mercato il neonato tiene una posizione scorretta con conseguenze negative per il suo corretto sviluppo. Mhug assicura un corretto scarico del peso ed una postura divaricata delle anche; le gambine del piccolo assumono naturalmente la posizione divaricata senza spingere sul bacino. Questo permette al genitore di muoversi liberamente avendo sempre vicino il bambino, e donandogli la giusta sensazione di sicurezza e protezione.

Ma non è tutto! Le fasce Mhug sono prodotte in Italia, con materiali certificati (sia come composizione, sia come tintura) e di prima qualità. Il bimbo, a contatto stretto con il corpo del genitore, può instaurare con lui un rapporto di fiducia e interazione, ritrovando l’odore e la voce che l’hanno accompagnato durante la gravidanza.
Diversi i modelli disponibili in base alle esigenze e lo stile: Bamboo Wrap e’ la speciale fascia lunga 100% in fibra organica che assicura un tocco naturale sulla pelle del bambino, sin dai primi giorni di vita. Dalla classica Mei Tai, utilizzabile in 5 diverse posizioni, arriviamo a Sling, un’elegante fascia con anelli a “coda aperta”. Per i viaggi ed i lunghi spostamenti invece Travel è la fascia pratica ed indispensabile che si infila come una t-shirt.

I benefici con i prodotti Mhug non sono solo per il bebè. Mamma e papà potranno muoversi liberamente senza preoccuparsi di scale, ascensori, marciapiedi e luoghi affollati, mantenendo il bambino al di sopra dei tubi di scarico delle automobili nella frenetica vita di città. Con la fascia diventa più semplice anche allattare ed accudire il piccolo senza trascurare i fratelli maggiori.

Se avete ancora dubbi sul provare o meno la fascia, tenete a mente una cosa fondamentale: il vostro bambino si sentirà protetto e sicuro mentre voi avrete entrambe le mani libere… un sogno per qualsiasi genitore!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Trio Sport, impressioni e caratteristiche del passeggino Anex Baby

schermata-2017-01-02-alle-17-28-30Anex Baby è un’azienda dallo spirito giovane e dal gusto ricercato. Per la progettazione dei suoi passeggini è difatti partita da zero, dimenticando le regole prestabilite e basandosi sulle reali esigenze della famiglia.
Il risultato è eccezionale: con un occhio di riguardo al design ed una particolare attenzione ai dettagli, Anex ha creato tre linee in grado di soddisfare a pieno le aspettative di mamma e papà.

Concentrandosi sull’utilizzo dei più moderni materiali eco compatibili e sull’applicazione di tecnologie innovative, è nato il trio Sport. Originale ed elegante, vanta un’eccezionale facilità di movimento e garantisce il massimo comfort per il piccolo passeggero. Sport di Anex si prende cura del piccolo sin dai primi giorni. Per assicurargli un trasporto a prova di bimbo, il materasso con fibra di cocco si adatterà perfettamente all’anatomia del neonato contribuendo al corretto sviluppo della sua struttura ossea. Contro i raggi del sole invece, il tessuto della cappottina è rivestito con la tecnologia di protezione UV50 + che assorbe in maniera eccellente le radiazioni ultraviolette.

Ma veniamo alle note tecniche di funzionalità e struttura. Grazie all’affidabile freno potenziato il vostro passeggino resterà come per magia immobile, semplicemente attivando il tramite pedale il sistema di frenata COMFY-STOP. Il seggiolino Anex Sport è anche dotato di una pratica cintura di sicurezza a 5 punti SAFE WALK, per eliminare il rischio di scivolamento del bambino durante le passeggiate. La seduta è inoltre facilmente reversibile, da posizione fronte mamma a fronte strada. Un telaio compatto in alluminio con sospensioni e le affidabili ruote anteriori e posteriori pneumatiche completano il quadretto, garantendo la massima performance del passeggino su strada.

Come se non bastasse, i tessuti dei modelli Anex vantano delle proprietà antisettiche ed antibatteriche uniche, grazie all’innovativa tecnologia di trattamento con ioni d’argento. I colori scelti hanno toni tenui ed eleganti, in piena sintonia con le linee morbide del passeggino.
Il modello Sport comprende in dotazione il cestello porta oggetti, il coprigambe per navicella e per seggiolino, la borsa per la mamma, la mantellina parapioggia e l’immancabile zanzariera.

Scopri tutte le caratteristiche ed il prezzo del Trio Anex Sport >>

Un Natale targato Janod: la semplicità del legno, il tocco di un design moderno

Non posso nascondervi il mio innato amore per i giochi in legno. In parte mi ricordano l’infanzia, il Natale di quando ero bambina. Dall’altra parte riescono ad infondermi un certo senso di sicurezza, questo forse dovuto al mio ostinato boicottaggio della plastica.
Per ciò, da quando ho scoperto gli articoli di Janod, la mia disperata rincorsa al regalo giusto si è felicemente compiuta. L’obiettivo è stato conquistato: trovare un prodotto di design, esteticamente bello, sicuro nella sua semplicità e naturale. Particolare cura dei dettagli e produzione ecologica sono le migliori qualità dell’azienda, che garantisce l’utilizzo di legno robusto e verniciati con sostanze atossiche.

Il brand francese, con oltre 40 anni d’esperienza, vanta una vasta gamma tantissimi prodotti, per accontentare i gusti di tutte le età: casette delle bambole e cucine, puzzles e giochi educativi, costruzioni, cavalcabili e bici per bambini. Un’infinita scelta di opportunità, dall’apprendimento ai primi passi.

Risultati immagini per cavallo a dondolo janod

 

Cavallo a Dondolo

Il cavallo a dondolo in legno è un classico che non passa mai di moda. Consente di dondolare avanti e indietro in completa sicurezza, grazie al sistema antirovesciamento. Aiuta il piccolo a sviluppare e migliorare il proprio senso d’equilibrio e del movimento, rafforzando al contempo braccia e gambe. Una palestra più che un gioco 😉

 

Risultati immagini per treno janod

 

Trenino

Il fantastico trenino è un altro immancabile sotto l’albero di Natale. In varie fantasie, dal circo, ai pompieri, al safari e la fattoria, secondo lo stile del vostro bambino. Grazie ai robusti vagoni ad incastro in legno masselo, il bambino si divertirà ad attaccare e staccare a proprio piacimento i pezzi, con un personaggio da trasportare a bordo!

 

 

Set musicale

Il Set musicale Janod è realizzato con estrema precisione ed i suoi strumenti producono suoni delicati e melodiosi. Un kit di partenza completo per avvicinare il tuo bambino al mondo delle note. Sicuri, prodotti in legno, colorati con colori atossici e vernici ad acqua. Comprende xilofono, maracas, flauto e tamburello.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva