La nostra prima vacanza oltreoceano… In tre!

La nostra prima vacanza oltreoceano… In tre!
Buongiorno mamme, eccomi finalmente tornata dalle vacanze.
Ora bisogna rimettersi in carreggiata ma prima vorrei raccontarvi la nostra ultima avventura di famiglia.
Quest’estate io e il mio compagno abbiamo deciso di passare le nostre vacanze oltreoceano. All’inizio avevamo pensato di organizzare tutto da soli, ma visto che con noi avevamo la nostra piccina di un anno e mezzo alla fine ci siamo rivolti ad una agenzia che in mezza giornata ci ha organizzato tutto.
Se noi eravamo felicissimi di partire, i nonni lo erano un po meno. Potete immaginare, portavamo il loro gioiellino dall’altra parte del mondo, più precisamente in Messico.
Non vi dico il terrorismo psicologico sulle troppe ore di aereo, sul fuso orario, cibo, sanità ecc.. Ma noi non ci siamo fatti scoraggiare e alla fine siamo partiti!
Come siamo sopravvissuti quindi a 14h di aereo e a 7 h di fuso orario?? Ecco a voi!
Innanzitutto in aereo chi ha bimbi piccoli può richiedere i posti più comodi, ossia quelli senza sedili davanti con più spazio per le gambe ma soprattutto più spazio per i giochi 😉 Inoltre se prenotate per tempo vi possono dotare di una culla (aggiungerei “Santa Culla) che al momento del bisogno vi monteranno davanti ai vostri sedili in modo da farvi riposare più comodamente. Potete anche chiederla direttamente in aereo, correndo però il rischio che sia già stata assegnata. Il tutto dipende dal numero di bambini presenti sul volo, con la prenotazione invece vi assicurate il posto.
Problema 1 risolto, ma poi nelle ore in cui sta sveglio che si può fare? Eh niente, bisogna armarsi di taaaanta pazienza e fantasia.
Riempite lo zainetto del bambino di tutti i giochi che vi vengono in mente, di tanti snack sia dolci che salati e quindi via alle pitture, libri colorati, cose da sgranocchiare, album di adesivi, bambolotti da coccolare e chi più ne ha più ne metta. Anche se vedrete che poi finiranno a giocare con le riviste in dotazione durante il volo. Un altro modo per passare il tempo è renderli partecipi del viaggio, ad esempio spiegare loro come si allacciano le cinture, descrivere l’aereo, far vedere immagini del posto in cui si sta andando, guardare fuori dal finestrino.
I bimbi sono curiosi, qualsiasi cosa mai vista prima per loro sarà una buona distrazione.
C’è  da dire che Victoria è stata davvero molto collaborativa, tra spuntini, cambi pannolino, giochi, guardare fuori dal finestrino, pisolini e la sua “nanna” ( lei il seno lo chiama cosi ) le 14 h di volo sono state una “passeggiata”.
Ultima cosa importante: noi in aereo avevamo i pasti e gli snack compresi, non sapevamo però che non spettasse nulla ai più piccoli. Alla fine con Victoria non ho avuto problemi visto che mangia di tutto e ho diviso i pasti con lei, ma se avete dei bimbi pignoli non dimenticatevi le loro pappe, ve le scalderanno volentieri e se non allattate mi raccomando portatevi anche il latte, li non hanno nemmeno quello vaccino.
Non dimenticatevi di richiedere al personale il “battesimo di volo” appena salite in aereo, sarà un bellissimo ricordo da custodire.
20170924_115203X
Superato il viaggio dovevamo fare i conti con il fuso orario, dopo le prime due notti però abbiamo preso subito il ritmo.
Abbiamo alloggiato al Catalonia Playa Maroma Resort, un luogo fantastico immerso nel verde della foresta che si affacciava su una delle spiagge più belle della Riviera Maya.
Screenshot_20170923-112401
Assolutamente babyfriendly, troverete a disposizione un mini parco giochi per i più piccini e un mini club con sala giochi interna dotata di tv, raccolta film, libretti e giochi per tutte le età . Alla sera invece minidisco con babydance.
Il miniclub parte dai 3 anni, e sempre da quell’età parte anche il servizio di babysitting per chi vuole concedersi qualche cena romantica o escursione avventurosa.
La cosa più bella era essere in costante contatto con la natura, ogni mattina potevi incontrare famiglie di procioni aggirarsi per i giardini del Resort in cerca di cibo. Un’esperienza meravigliosa, per non parlare dei vari tipi di volatili esotici che si facevano ammirare in tutta la loro bellezza.
Svegliarsi la mattina con i rumori della foresta è uno dei ricordi più belli che ho.
Per quanto riguarda i pasti, essendoci una grande varietà di scelta con Victoria non abbiamo avuto problemi, mentre per chi ha bimbi in età di svezzamento su richiesta si possono avere le pappe adatte ai più piccini. Insomma cordialità e disponibilità erano all’ordine del giorno.
Inutile dire che tra bagni, giochi e pisolini, le giornate con la piccola trascorrevano tranquille. Crollava con niente e noi ci rilassavamo un po.
Con lei siamo riusciti inoltre a fare anche 2 escursioni.
La prima a Playa del Carmen dove prima abbiamo visitato il famoso “Museo della Tequila” e poi trascorso del tempo libero nella Quinta Avenida, la più famosa via della città con negozi di tutti i tipi, centri commerciali, ristoranti ecc. Molto carina da vedere, una specie di Fifth Avenue ma molto Mexican style! :)
20170903_152736
IMG-20170903-WA0005
Il giorno dopo invece abbiamo optato per Sian Ka’an, una meravigliosa riserva naturale circondata da acque cristalline dalle mille sfumature di azzurro e da una vastissima biosphera.
Qui infatti abbiamo potuto vedere delfini, leoni marini, tartarughe giganti e anche coccodrilli , per poi finire in bellezza con un bagno nelle piscine naturali.
Insommma un’esperienza indimenticabile!
IMG_20170923_113806_563
Questa gita era tosta ma noi, conoscendo la nostra bambina, abbiamo affrontato questa avventura con molta positività e alla fine lei si è divertita tantissimo.
Partiti alle 7 di mattina , siamo arrivati in Resort giusto all’ora di cena.
IMG_20170904_134019_240
Gli altri giorni invece li abbiamo passati in totale relax; qui famiglie non le mancavano, ovunque ti giravi c’erano bambini.
Questo è sicuramente un Resort che consiglierei a chiunque, sia ai giovani che vogliono divertirsi che alle coppie con bimbi.
Per chi invece cerca una vacanza un po più calma esiste un’alternativa a Tulum (a mezz’ora da dove alloggiavamo noi) un Hotel della stessa categoria dove possono entrare solo adulti. Magari se qualche coppia vuole passare una settimana di assoluto relax questo è il posto giusto.
Bene care mamme questa è stata la nostra prima vera vacanza di famiglia oltreoceano. Che dire, se all’inizio eravamo un po spaventati da questa nuova avventura, ora invece non vediamo l’ora di prendere il prossimo aereo!
Se anche voi come noi siete una coppia di genitori che ama viaggiare, ma che ha messo questa passione da parte dopo la nascita dei più piccini, io vi dico osate! I bambini ci sanno sempre stupire, ed hanno una capacità di adattamento pazzesca. Ovviamente ogni bimbo è diverso, solo voi potete sapere cosa è meglio per la vostra famiglia.
Spero in ogni caso di avervi tolto qualche dubbio e trasmesso qualche sicurezza in più.
Ci vediamo presto con il mio prossimo articolo sulla mia “Vita da mamma Fit”.
Le vacanze sono finite è ora di rimetterci al lavoro .
Per dubbi o curiosità mi potete trovare come sempre nelle mie pagine Facebook e Instagram

7 consigli per mantenere alta la motivazione

7 consigli per mantenere alta la motivazione
Quante volte vi è capitato di cominciare un percorso carichissime, piene di energia e voglia di spaccare il mondo, per poi lasciare tutto a metà?
Beh se questa volta volete davvero imparare a prendervi cura di voi, ma soprattutto a farlo diventare uno stile di vita e non tornare più indietro, seguite questi preziosi consigli testati direttamente sulla sottoscritta.
Ormai è un anno, praticamente da quando ho messo al mondo la mia Principessa, che ho stravolto il mio modo di essere.
Non che prima non facessi esercizio o non stessi attenta all’alimentazione, ma ora seguo tutto con più disciplina. Inoltre alcol e fumo sono spariti dalla mia quotidianità, così come sale e zucchero il che, non è da poco.
Gli alti e bassi sono stati diversi, ma in un modo o nell’altro sono sempre riuscita a ritrovare la motivazione giusta per rimettermi in carreggiata.
Avendo inoltre appena passato uno dei periodi più demoralizzanti di sempre, ho pensato fosse una buona idea condividere anche con voi i miei segreti per non mollare mai! E quindi eccoli qui:
1. SUPPORTO:
Una delle cose più importanti per non mollare è avere il giusto supporto. Trovare una persona che intraprenda con noi questo percorso ci farà sentire meno sole, e lo farà sembrare un impegno più importante.
Io ad esempio su questo sono davvero fortunata, perché tra me ed il mio compagno tra le tante cose che ci uniscono c’è anche la passione per il Fitness, a dire il vero è stato lui a farmi scoprire questo mondo meraviglioso.
Questo rende decisamente il tutto più semplice, in quanto ci veniamo incontro quando ci dobbiamo allenare, e ci sosteniamo a vicenda facendo anche scelte consapevoli in cucina e lunghe passeggiate di famiglia dopo cena.
È davvero importante avere vicino qualcuno che ti capisca e condivida con te questo importante impegno. Tienilo a mente.
2. GRANDE OBIETTIVO E PICCOLI TRAGUARDI:
Sara più facile per voi arrivare al  vostro obiettivo se strada facendo vi porrete dei piccoli traguardi. In questo modo acquisterete fiducia in voi, vi divertirete di più e la strada verso il vostro vero obiettivo non vi sembrerà più così lunga.
Ricordatevi di premiarvi ad ogni piccolo traguardo raggiunto, senza però perdere il FOCUS mi raccomando!
3. MUSA ISPIRATRICE:
IMPORTANTISSIMO!  Scegliete qualcuno che rispecchi ciò che vorreste diventare, qualcuno che coltivi la passione per il FITNESS e che riesca a trasmettervi il proprio entusiasmo!
Meglio se condivide anche qualcosa della vostra quotidianità, qualcuno insomma in cui vi possiate rispecchiare e prendere d’esempio.
Io ho scelto infatti di seguire le orme di altre Fitnessmom, in modo da non trovare più scuse, ma ben sì la giusta motivazione ogni giorno.
Giuro che funziona! Seguitela sui social, iscrivetevi a qualche gruppo su Facebook o a qualche Newsletter, mettete la sua foto sul frigo! Insomma fatela diventare la vostra musa.
Per me è stato importantissimo trovare qualcuno da cui prendere ispirazione. Anzi la maggior parte delle volte è grazie a loro che non mollo. Mi ripeto sempre che se loro ce la fanno, allora posso farcela anche io.
4. DOCUMENTARE I PROGRESSI:
Segnate i vostri progressi almeno una volta al mese! (Io vi suggerisco di farlo tramite le foto).
Rendere visibili i vostri progressi, dal giorno in cui siete partite con questo percorso sarà ciò che vi permetterà di non mollare mai.
Insomma VOI DOVETE ESSERE LA VOSTRA MAGGIORE MOTIVAZIONE!
IMG_20170628_125305_161
5. NO ALLA BILANCIA:
Niente più fissazioni con il peso!
Buttate via la bilancia, regalatela, fate quello che volete ma fatela sparire. Così come per la doppia pesata dei bimbi la bilancia è ASSOLUTAMENTE inutile, e anzi potrebbe soltanto creare falsi allarmismi.
Il peso di una persona varia quotidianamente e non ha nulla a che vedere con i progressi fatti. Anzi, potreste addirittura prendere peso durante questo percorso visto che il muscolo pesa più del grasso, ma al contrario occupa meno volume.
Il peso quindi potrebbe aumentare o restare invariato, ma voi potreste indossare una taglia in meno.
Quindi mi raccomando, ciò che conta è come vi vedete, come vi sentite i vestiti addosso, quanto è migliorato il vostro umore ma sopratutto la vostra energia.
6. NON PARAGONARSI CON GLI ALTRI.
Ognuno ha i suoi tempi. Non fate mai l’errore di paragonare il vostro percorso a quello di qualcun’altro.
Il mondo è bello perché è vario, ognuno risponde in modo diverso agli allenamenti. I risultati arrivano sempre per chi si impegna davvero, bisogna soltanto essere pazienti e costanti.
L’unica persona con la quale ti devi sentire sempre in competizione è con TE STESSA!
Questo è importantissimo.
Molte persone vogliono tutto e subito, mollano perché vedono che finché gli altri hanno raggiunto già il loro obiettivo loro sono soltanto a metà strada. Ma ognuno ha il proprio percorso e la propria storia.
Percorri la tua strada, resta sulla tua corsia, focus sul traguardo e dritta verso il TUO di OBIETTIVO. 
E se ti vuoi voltare indietro, fallo solo per vedere quanta strada hai fatto in modo da motivarti a continuare così. 
7. CONDIVIDI LA TUA ESPERIENZA:
Ultimo ma non meno importante è quello di condividere la propria esperienza, che sia tramite i social, o semplicemente raccontando alle persone a te più care il percorso che hai deciso di intraprendere, con tanto di scadenza per raggiungere i tuoi obiettivi, renderà il tutto più CONCRETO.
L’impegno diventerà reale e non potrai più tirarti indietro. Può sembrare una sorta di auto goal, ma in realtà è la cosa più bella che puoi fare a te stessa. Insomma non vorrai mica passare per quella che racconta bugie no? Ormai l’hai detto e lo devi fare.
Bene ragazze questi sono i miei personalissimi consigli. Con me tutt’ora funzionano e spero possano essere utili anche a voi.
E se dovete ancora cominciare, mi raccomando fatelo ora! Meglio tardi che mai.
Insomma basta rimandare.
Il momento giusto non arriverà mai, lo dovete creare voi. Quindi forza!
Ci risentiamo nel mio prossimo articolo per svelarvi tanti altri piccoli e utili consigli. Sono sempre alla ricerca di qualcosa di interessante da condividere con voi.
Come al solito se avete domande, curiosità o qualche argomento in particolare di cui volete che vi parli non esitate a contattarmi:
Instagram: @myfitmommylife

Non servono diete, partiamo dalle sane abitudini

Niente diete, ma un’alimentazione sana ed equilibrata. Questo è quello a cui ognuna di noi dovrebbe puntare per essere in grado di mantenere i propri risultati senza fatica. Siamo arrivati al mese più temuto di tutto l’anno: MAGGIO. Inizia il conto alla rovescia per l’inizio dell’estate. È ora di mettere giù pizza e patatine fritte e di cominciare a darci una regolata anche a tavola in vista della bella stagione. Le ultime feste sono ormai passate (ed io ci ho dato dentro alla grande ), ora quindi è arrivato il momento di puntare al nostro obiettivo senza distrazioni.

Spesso molte di voi mi chiedono quali sono le mie abitudini alimentari per riuscire a mantenermi in forma, quindi ho deciso di raccontarvi qualcosina.
Premesso che non sono una nutrizionista e non seguo nessuna dieta miracolosa, vi illustrerò una mia giornata tipo. Ci tengo quindi a precisare che quello che fa per me non è la regola, ma magari potrebbe servirvi per prendere spunto.

Ma andiamo per ordine. La mia è per lo più un alimentazione intuitiva, nel senso che ho capito cosa funziona per me e cosa devo assolutamente evitare.

Una delle regole principali di una corretta alimentazione è suddividere la giornata in tanti piccoli pasti sani e nutrienti per evitare di conseguenza le grandi abbuffate. Questo serve inoltre a tenere attivo il nostro organismo e ad accelerare il metabolismo.

Estate non mi fai paura: il mio planning alimentare

Seguendo quindi questa linea ho organizzato la mia giornata in 6 pasti.


1. La Colazione

Schermata 2017-05-09 alle 10.22.18È il pasto più importante della giornata, ed infatti devo dire che io a colazione non mi faccio davvero mancare niente.

Esempio:
– Latte di soia con 4/5 fette biscottate integrali accompagnate da marmellata ai lamponi a basso contenuto di zucchero.
– Latte di soia con 6 biscotti integrali (quando sono di fretta)
– Latte di soia con pancake a base di albumi e farina d’avena accompagnati da marmellata ai lamponi a basso contenuto di zucchero o crema di nocciola al cioccolato fondente.
(si è capito che adoro il latte di soia? 😂). A colazione solitamente mangio a sazietà.

2. La Merenda della mattina

Al lavoro solitamente verso le 10 di mattina spezzo la fame con un frutto.

Esempio:
– 2 mandarini o 1 banana (se ho ancora fame ci aggiungo un pacchetto di cracker di soia ed un caffè).

3. Il Pranzo

Schermata 2017-05-09 alle 10.29.49Per il pranzo cerco solitamente cose semplici e veloci.

Esempio:
– Piadina di kamut o farro guarnita con tonno pomodoro insalata e una sottiletta light 😉.
– Riso integrale(un pugnetto come porzione) ai 3 cereali accompagnato da verdure in abbondanza e una frittata.

4. La Merenda del pomeriggio

la merenda del pomeriggio ha molte variabili in base a ciò che devo fare ma di solito la consumo a metà pomeriggio dopo l’allenamento.

Esempio:
– Yogurt con frutta e cereali (a basso contenuto di zuccheri)
– solo frutta (se il pomeriggio non mi alleno)
Se verso sera ho ancora fame per non arrivare affamata all’ora di cena mi concedo un frutto in più, se ho bisogno di carboidrati un pacchetto di cracker integrali o di soia.

5. La Cena

broccoli-2non sono molto brava in cucina, ad ogni modo a cena prediligo proteine e verdure a volontà.

Esempio:
-Verdure (zucchine,peperoni,cipolla) saltate in padella con salsa di soia(basso contenuto di sale), o paprika forte o Curry, con petto di pollo alla piastra.
-Broccoli,Cavolfiori e carote al vapore condite con un filo d’olio e un pizzico di sale, accompagnato da petto di tacchino o pesce, a scelta, sempre alla piastra.
Dopo cena mi bevo SEMPRE una camomilla o una tisana (mi aiuta a tenere controllata la fame e a mantenermi idratata nonché mi rilassa).

6. Snack dopo Cena

questo è un pasto per me essenziale perché mi permette di andare a letto soddisfatta e di non cadere in brutte tentazioni.

Esempio:
-Una banana: ovviamente non la si può mangiare ogni sera però vi assicuro che è di grande aiuto perché dà un grande senso di sazietà.
-Una mela: buona, fresca e sazia.
-Uno yogurt greco: se al pomeriggio non lo avete mangiato.
-Un bicchiere di latte e un paio di biscotti integrali: decisamente uno dei miei preferiti quando ho davvero bisogno di qualcosa di dolce.

 

È molto importante ricordare di restare idratati durante la giornata e di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, meglio se 2. L’acqua non solo ci aiuta a placare il senso di fame, ma aiuta anche a ridurre la cellulite, la ritenzione idrica ed il gonfiore, drenando le tossine e riducendo gli eccessi di sale. Insomma come potete vedere non mi faccio mancare nulla e sopratutto NON PATISCO LA FAME.
Se ho fame “MANGIO” ma lo faccio in modo consapevole, 2 volte a settimana invece mi concedo i miei “sgarri” sostituendo un pasto a giornata con qualsiasi cosa io desideri, che sia pizza o hamburger con patatine fritte seguiti ovviamente da un buon dessert. Il trucco sta tutto nell’equilibrio.Spero di esservi stata d’aiuto e di avervi tolto qualche dubbio. Ora è il vostro turno trovate ciò che vi soddisfa di più tra frutta e verdura e dateci dentro! L’estate ormai è vicina non dimenticate di mantenervi attive, appena vedete un po di sole andate fuori con i vostri cuccioli e datevi da fare, farà bene a voi ma anche a loro!

 

  Se avete curiosità e volete sapere qualcosa in più su di me e sul mio quotidiano seguitemi su instagram myfitmommylife o sulla mia pagina facebook La mia vita da mamma FIT

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Niente più scuse!

“Ma non ho tempo!”
Eccola lì, la classica frase di chi ha figli da accudire, casa da sistemare e magari anche un lavoro.

Le mamme sono donne meravigliose che cercano di destreggiarsi con grazia tra una lavatrice e un cambio pannolino, per poi arrivare a sera senza riuscire nemmeno a bere una tazza di tè in pace. Certo la nostra vita è frenetica e affaticante. Il tempo però, per mia esperienza personale posso dire che c’è, se lo si vuole trovare. Certo ci sono giornate più impegnative rispetto ad altre. Ma come si può imparare a trovare quell’oretta al giorno da dedicare alla propria salute?

mamma fit Milli Morales

Ecco oggi vi spiegherò come sono solita organizzare le mie giornate per riuscire ad incastrare tutto! Ovviamente ognuna di noi ha giornate e impegni diversi, ma chissà possiate prendere spunto anche da qui.

Ecco una mia tipica giornata:

Al mattino dalle 9 alle 12.30 lavoro.

Alle ore 12.45 arrivo a casa e mangio veloce, dopo pranzo dedico un paio d’ore a sistemare casa quindi: lavatrici, cucina, bagno, pavimenti ecc. Nel frattempo Victoria gioca oppure mi sta dietro, se vedo che invece comincia ad annoiarsi mollo tutto e gli do la merenda o stiamo un po in giardino.

Per le 15/15.30 la metto a nanna e verso le 16 circa crolla (ci metto circa mezz’ora a farla addormentare e a volte anche di più!😝). Nel frattempo mi alleno per circa 35/40 minuti comprese le pause, a meno che Victoria non si svegli durante il mio allenamento, in quel caso devo mollare tutto e farla riaddormentare (se non dorme almeno 1h diventa ingestibile) e quindi ricomincio da capo. Quando ho finito mi prendo 10 minuti per fare merenda, di solito Victoria a quel punto si sveglia, la prendo, finisco qualche faccenda se per caso prima non ho potuto, se ho del tempo la porto al parco e poi le faccio un bel bagnetto.

Verso le 18.30 le do la cena. Alle 19 invece comincio a preparare la cena per me ed il mio compagno, poi una bella doccia e tutti a nanna. Ed ecco che la mia giornata è volata!

In questo modo io ho trovato il mio equilibrio. Le giornate in cui non mi alleno di solito vado in passeggiata con Victoria, ad ogni modo 40 minuti al giorno sono dedicati all’esercizio fisico, non sono molti ma è la costanza che premia. Come potete vedere non è nulla di impossibile, tutto super fattibile.

Ognuna di voi poi sa qual’è il miglior momento della giornata per sé. Può essere al parco mentre i vostri figli giocano, oppure dopo cena, oppure ancora rendendoli partecipi durante il vostro workout, usando un semplice marsupio e sfruttando il loro peso a vostro favore per bruciare qualche caloria in più. O magari voi preferite fare le pulizie finché dormono e allenarvi con loro finché giocano, insomma spazio alla fantasia, volere è potere!

Certo gli imprevisti ci sono sempre, ed io modifico le mie giornate in base alla mia piccola. Se dorme prima o se dorme dopo, se vuole uscire o solo delle coccole, lei viene sempre prima di tutto ma fino ad ora 40 minuti al giorno sono sempre riuscita a trovarli a meno che di mia spontanea volontà non decidessi di dedicarli ad altro come ad esempio un riposino pomeridiano 😂. Ovviamente a volte devi fare delle rinunce come ad esempio saltare qualche ritrovo con le amiche (dopo gli allenamenti sudata e spettinata ci metterei un ora a prepararmi, è complicato) quindi di solito gli impegni me li prendo nelle giornate più tranquille quando magari mi tocca solo camminare. Ad ogni modo ho sempre festivi e week end per rifarmi 😉.

Diciamoci la verità spesso è molto più facile trovare delle scuse piuttosto che prendersi qualche impegno in più. Sappiate quindi che qualsiasi sia la vostra scelta sarà sempre e solo una vostra decisione, di cui poi dovrete assumervi le conseguenze.

40 minuti al giorno da dedicare alla nostra salute credo sia più che fattibile, e oltretutto ce lo meritiamo!

Io ho fatto questa scelta, e mi sono creata uno stile di vita frenetico e impegnativo, a volte forse anche monotono, ma sono felice così. Mi ritengo anche fortunata, conosco donne e mamme che lavorano tutto il giorno e che si svegliano alle 5 di mattina per riuscire a fare tutto! Insomma non c’è più spazio per le scuse. Se sceglierete di intraprendere questo percorso quindi dovrete essere determinate, perché le giornate in cui vorrete mandare tutto all’aria ci saranno, ma se avrete saldo il vostro obiettivo nulla vi fermerà!

Siamo già a metà aprile, godetevi questo fine settimana di Pasqua insieme alle vostre famiglie… ma da lunedì fate la scelta migliore per voi!

E ricordate, allenatevi perché amate il vostro corpo e non perché lo odiate.
Buona Pasqua mamme meravigliose, per qualsiasi dubbio, domanda o curiosità potete contattarmi su instagram myfitmommylife o sulla mia pagina facebook La mia vita da mamma FIT

Io mamma mi rimetto in gioco!

Oggi voglio condividere con voi una bellissima novità che ho maturato da poco.
Ho deciso che voglio realizzare il mio sogno, voglio rimettermi in gioco e darmi una possibilità.

È passato ormai un anno da quando sono diventata mamma e 6 mesi da quando ho deciso che qualcosa nella mia vita doveva cambiare. È stato un percorso difficile ma bellissimo, nel quale ho imparato a volermi bene, ad apprezzare la mia persona e a prendermi cura di me e della mia famiglia.
Ho imparato, che sono in grado di raggiungere qualunque obiettivo con disciplina e dedizione. Ho capito che fare la mamma non è un limite, ma anzi, una spinta in più, per diventare ciò che ho sempre voluto essere.

E quindi ho deciso che io MAMMA voglio rimettermi in gioco!

17670706_1632431520118274_802430386_o

A Maggio comincerò il mio percorso per diventare istruttrice di FITNESS al femminile, molte di voi infatti mi fanno tante domande a cui io purtroppo al momento posso rispondere solo per esperienza personale. Dopo gli studi invece sarò in grado di togliervi ogni dubbio 😉.
Dire che sono entusiasta è poco! Ma sono anche spaventata se devo essere sincera.

Nella vita di una mamma ci sono momenti davvero duri. Ad esempio settimana scorsa sono rimasta a casa dal lavoro perché Victoria aveva avuto un brutto episodio di otite, e di conseguenza febbre e urla 24h su 24h. Sono riuscita ad allenarmi solo un paio di volte, lei era a pezzi e lo ero anch’io. Non avevo davvero entusiasmo ne energie per fare altro. La mia piccola aveva bisogno di me.

E sono questi gli episodi che mettono a dura prova la mia determinazione. Non è semplice poi riprendere la routine e fare il pieno di energie.

Ma io ho deciso che non mi voglio perdere. Che si, sono una mamma ma anche una giovane donna. E ok ho mille cose da fare, ma questo impegno me lo voglio prendere. Non per dimostrare qualcosa agli altri, ma per dimostrare a me stessa che valgo TANTO! e che posso TUTTO!

Amo il mio lavoro ed amo fare la mamma, ma sono convinta che se abbiamo un sogno nel cassetto dobbiamo tirarlo fuori e fare tutto il possibile per realizzarlo, perché nessuno lo farà al posto nostro.

Care mamme se pensate che nella vita ci dobbiamo accontentare vi sbagliate. Essere una madre che lotta per raggiungere i propri obiettivi non vuol dire essere egoista, anzi sarete invece il miglior esempio per i vostri figli! Quindi se avete una qualsiasi passione, che sia il cucito o uno sport, un titolo di studio oppure l’arte, coltivatela! Non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni. Io ci voglio provare e poi quel che sarà sarà. Quando Victoria crescerà almeno potrò dirgli di averci provato.

Lei è sicuramente la mia forza più grande. Voglio insegnarle che la vita è piena di soddisfazion ma, che bisogna lottare sempre! A maggior ragione se sei Donna, in una società in cui tutti ci vogliono dire come dobbiamo essere, cosa dobbiamo indossare, quando e quanti figli dobbiamo avere… E invece no! Io non ci sto, il nostro futuro dipende solo da noi.

E pensare, che prima della nascita di Victoria non avrei mai immaginato che sarei riuscita a diventare così sicura di me e delle mie scelte. Lei mi ha decisamente cambiato in meglio. Ed per lei che non mi voglio arrendere.

Per lei, la mia più grande Victoria.

 


  Se avete curiosità e volete sapere qualcosa in più su di me e sul mio quotidiano seguitemi su instagram myfitmommylife o sulla mia pagina facebook La mia vita da mamma FIT

 

Salva

Tornare più in forma di prima dopo la Gravidanza? Si può!

Eccomi! Sono tornata, più carica che mai!
Nel primo articolo vi avevo consigliato di cominciare questo percorso con delle camminate giornaliere da 45 minuti a passo sostenuto. Se lo avete fatto vi faccio i miei complimenti! 😉 Qualcosa in voi è già scattato, dopo 2 settimane di sole camminate comincerete a sentirvi più energiche e sarete consapevoli che potete fare di più!

Bene ora sono pronta a svelarvi cosa per me ha funzionato.
Innanzitutto sappiate che è da più di un anno che non metto piede in una palestra. Eh già, se pensavate che non fosse possibile ottenere un fisico tonico e snello lavorando da casa, vi sbagliavate.
Quando andavo in palestra alla base dei miei allenamenti c’era il sollevamento pesi ed ogni sessione variava da un ora e mezza alle 2 ore, cosa impensabile da fare ora (tra casa, lavoro e famiglia il tempo da dedicare a me stessa viene sempre meno).

Durante la gravidanza continuavo a chiedermi come avrei potuto fare, una volta nata la mia principessa, ad allenarmi. Nel frattempo cercavo di mantenermi motivata spiando qualche account di fitness su instagram.
Cominciai a notare parecchie foto di varie ragazze che nel giro di 3 mesi avevano stravolto la loro vita. Erano toniche, snelle e felici… insomma il ritratto della salute! All’inizio non mi fidavo molto, pensavo fossero le solite banali pubblicità. Tutte parlavano del Bikini Body Guide (BBG) un programma di allenamento di sole 12 settimane.

17197754_1606105792750847_602773272_n

Premetto che per i primi due mesi dopo la nascita di Victoria non ho fatto NULLA! È risaputo infatti che bisogna aspettare 40 giorni dopo il parto prima di cominciare qualunque tipo di attività fisica. A me però sono serviti 2 mesi, un po’ per la stanchezza e un po’ perchè avevo davvero bisogno di godermi ogni singolo momento di questa nuova vita.

Ero molto combattuta, ma l’estate si avvicinava, le mie lunghe passeggiate avevano fatto il loro lavoro, ed io volevo di più.

Non avendo alternative decisi di provare il programma BBG per diversi motivi:
1. Ogni sessione di allenamento durava la bellezza di 30 minuti, un ottimo incentivo per le neomamme come me.
2. Il tutto era fattibile dalla comodità di casa e con pochissimi attrezzi (1 corda, 2 pesi e un tappetino)
3. Mancava pochissimo all’estate, dovevo fare qualcosa!

Bhè… posso soltanto dirvi che dopo il primo allenamento ho dovuto stare ferma per un settimana da quanto male avevo ai muscoli! Insomma ho capito subito che ci dovevo andare piano.

Ma come funziona la BBG di Kayla Itsines?
Sono allenamenti da 28 minuti divisi in 2 circuiti da alternare ogni 7 minuti.

Si lavora con il Timer. Bisogna cercare di eseguire ogni circuito il maggior numero di volte nell’arco dei 7 minuti.
– 7 minuti circuito A    30/60 secondi di riposo
– 7 minuti circuito B    30/60 secondi di riposo
Poi di nuovo A e di nuovo B . Il programma dura 12 settimane.

Devo essere sincera. All’inizio me la sono presa con molta calma, ho cercato di adeguarmi alle mie possibilità, senza andare oltre a ciò che il mio corpo era in grado di farmi fare. A settembre invece (ho partorito in marzo) sono partita col turbo! Rispettando i tempi e mettendocela tutta ad ogni sessione.

Sentirsi bene indossando qualsiasi cosa, svegliarsi felici e andare a letto soddisfatte la sera prima perché sappiamo di aver dato il massimo, sono solo alcuni dei vantaggi che comporta intraprendere uno stile di vita sano.
Sento troppe volte donne che chiedono consigli su qualche “dieta miracolosa” o che si iscrivono in palestra durante l’estate e una volta arrivato settembre mollano di nuovo tutto.
Ma non è di questo che si tratta.
Come vi ho già accennato nel primo articolo: “Se ogni piccolo sforzo viene trasformato in un abitudine giornaliera, i risultati verranno da sé, e gli altri saranno i primi a farvelo notare” 😉

Fare la mamma è un lavoro bellissimo e pieno di soddisfazioni! Ma a volte può essere estenuante. Trovare quindi un po’ di tempo nell’arco della giornata da dedicare a se stesse, potrebbe aiutare anche a gestire meglio tutta la tensione che siamo solite accumulare. Questo non vuol dire essere egoiste, noi mamme siamo abituate a dare il 110% alle persone che amiamo, dimenticandoci a volte che anche l’amore per noi stesse è importante.
Io vi ho svelato il mio piccolo “segreto” ora sta a voi! Ricordatevi che i risultati non arrivano dall’oggi al domani ma vengono col tempo. Godetevi ogni minimo progresso sia fisico che mentale e sopratutto cominciate! Oggi stesso!

Attenzione io vi sto solo portando la testimonianza di ciò che ha funzionato per me. Se questo non fa per voi non c’è nulla di male, anzi!
Trovate qualcosa che vi faccia stare bene, che sia Zumba o pilates, box o nuoto, qualsiasi cosa voi scegliate se ci metterete impegno ed entusiasmo, resterete sorprese dal vedere cosa siete in grado di fare.

Non sono qui per promuovere una taglia 42 o un determinato modello fisico da seguire… assolutamente NO! Sono qui per incoraggiarvi a fare qualcosa che possa farvi sentire a vostro agio nella vostra stessa pelle. A dirvi che fare movimento e mangiare sano non fa bene solo alla salute ma anche allo spirito!
E se pensate di non essere in grado vi sbagliate di grosso… perché noi mamme possiamo fare TUTTO!

 


  Se avete curiosità e volete sapere qualcosa in più su di me e sul mio quotidiano seguitemi su instagram myfitmommylife o sulla mia pagina facebook La mia vita da mamma FIT

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La Primavera è alle porte: ripartiamo dalle buone abitudini

16976589_1591340204227406_1908530337_n

Eccomi qui.

Finalmente trovo un momento per scrivere, immagino possiate capirmi.
Mi ripresento: io sono Milli, grande appassionata di fitness e benessere. Ho 23 anni e sono mamma di Victoria, che tra poco compirà un’anno.
Lei è una bambina sveglia, dolcissima e piena di energie!!! (Non sta ferma nemmeno quando dorme).

Io? Beh, io sono la classica mamma con un lavoro part-time, casa da pulire, cene da preparare e tanti tanti pannolini da cambiare.
La prima cosa che vi verrà in mente immagino sia: ma chi te lo fa fare??? E devo dire che è la stessa domanda che mi faccio anch’io ogni giorno prima di un allenamento 😉
Ma torniamo serie. La mia più grande motivazione sono i risultati. Si, perché qualsiasi percorso voi intraprendiate, appena comincerete a sentire e vedere i cambiamenti, ve lo posso assicurare, non vorrete più smettere.

Una delle domande che mi vengono poste più frequentemente è: ma dove lo trovi il tempo? E qui si apre un bel dilemma vero?? Tante di noi quando vedono delle mamme curate e in forma pensano subito: “Di sicuro non lavora, avrà la donna delle pulizie e chissà quante babysitter”, ma la verità è che sono soltanto SCUSE!
La risposta a questa domanda è che il tempo non si trova, ma lo si crea.
E si, care mamme il tempo lo si crea!
Che sia una dolce passeggiata all’aria aperta trasformata in una maratona di 45 minuti, oppure l’ora del pisolino del vostro bambino trasformato in un allenamento HIIT.

Comincia così infatti il mio viaggio in questo nuovo mondo.
Premetto che la mia è stata una gravidanza attiva (andavo in palestra 2/3 volte a settimana) e questo sicuramente mi è poi stato d’aiuto. La vera difficoltà però l’ho avuta quando è arrivata al mondo la mia principessa Victoria. Devo dire che non è stato facile, soprattutto all’inizio. La piccola era nata con l’ittero ed il primo mese l’abbiamo fatto avanti e indietro da pediatria, ricoverandola anche più volte. Victoria non cresceva, ansie e preoccupazioni erano all’ordine del giorno, l’allattamento era partito male, dovevo tirare il latte ogni due ore (anche di notte). Stanchezza e solitudine erano sempre più presenti e la mia unica consolazione era il cibo.
Dal secondo mese in poi invece Victoria aveva imparato ad attaccarsi bene. Cresceva, era serena ed io ero la mamma più felice del mondo!

Si, mamma, perché come donna era cambiato tutto.

Mi guardavo allo specchio e non mi riconoscevo più, non entravo in nessuno dei miei vecchi vestiti, indossavo solo leggins e maglioni, e non avevo mai, e dico MAI voglia di uscire.
Per fortuna però si facevano avanti le belle giornate, e grazie anche a l’insistenza del mio compagno decisi che non avrei più passato le giornate a letto con la piccola, ma che l’avrei portata fuori più spesso.
Cominciai dal giardino di casa, per poi passare al parco per un decina di minuti, per infine arrivare a concedermi delle passeggiate da 40 minuti sia al mattino che verso sera.
Era quasi estate, la mia bambola dormiva serena e io mi mi sentivo più forte che mai.
I benefici all’inizio erano soprattutto sull’umore. Ero felice e soddisfatta. Fare un po’ di sano movimento inoltre mi aveva inconsapevolmente portata a fare delle scelte più sane anche in cucina. Pensavo “non posso mandare all’aria 40 minuti di camminata per 2 dolcetti… no?”

Da lì a poco mi sono sentita una persona nuova. Avevo voglia di truccarmi, di vestirmi e di uscire. Ogni occasione (come per esempio andare a trovare i nonni) era buona per fare i miei 40 minuti di camminata giornaliera.
Forse vi ho un po’ annoiato mamme, ma la verità è che un percorso come questo si comincia dai piccoli passi e dalle sane abitudini.
Non avrete una 40 dall’oggi al domani, ma vi assicuro che se renderete ogni piccolo sforzo un’abitudine giornaliera, i risultati verranno da sé!
E gli altri saranno i primi a farvelo notare.

Quindi forza mamme si avvicinano le belle giornate, compratevi una bella tuta, un paio di scarpe comode e partiamo! Cominciate con delle semplici passeggiate a passo sostenuto di circa 40/45 minuti al giorno. Portate i bimbi con voi! Che sia il passeggino o il marsupio o che siano in bicicletta e voi li seguiate a piedi.

Vi seguirò passo a passo, vi parlerò di come mantengo alta la mia motivazione nei momenti difficili. Vi racconterò le mie abitudini alimentari, come mi organizzo durante la giornata per riuscire a fare tutto senza diventare matta 😉 quali esercizi hanno effettivamente funzionato per me, chi sono le mie muse ispiratrici e molto altro.

Mancano pochi mesi all’estate, ed è esattamente lo stesso periodo in cui l’anno scorso io cominciai il mio cambiamento. Ora però sono pronta a ripartire insieme a voi!  😊  💪

 


  Se avete curiosità e volete sapere qualcosa in più su di me e sul mio quotidiano seguitemi su instagram: myfitmommylife >>

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva